Il Super Inps è il frutto della soppressione di Enpals ed Inpdap, che verranno integrati nell’Inps, in base a quanto disposto dal decreto legge Monti 2012/211.

L’integrazione dei due enti nel Super Inps avverrà in primo luogo mediante il trasferimento dei servizi on line, l’Inps estenderà agli iscritti Enpals ed Inpdap, i servizi che al momento eroga per via telematica.

Il Super Inps prende vita con l’obiettivo di sviluppare una cultura previdenziale corretta, oltre a fornire ai lavoratori precise indicazioni sul proprio montante contributi, in modo da far sì che quest’ultimi possano predisporre dei piani previdenziali completi.

Il SuperInps è dunque frutto della politica del Governo Monti, che accorpando Enpals ed Inpdap in un unico ente pensionistico, intende armonizzare il sistema mediante l’applicazione del metodo contributivo.

Questo significa che il Super Inps subentra in tutti i rapporti, sia quelli attivi sia quelli passivi, che il lavoratore aveva in corso presso l’Enpals e l’Inpdap. Subentro che di fatto è avvenuto il 31 Marzo 2012, a seguito dell’approvazione dei bilanci, con la cessazione formale delle attività di Enpals e Inpdap, a favore del SuperInps.

Inpdap ed Enpals
L’inpdap è l’Istituto Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Dipendenti dell’Amministrazione Pubblica, sorto con l’obiettivo di gestire le pensioni degli ex lavoratori statali e ministeriali.
L’Enpals, invece, è l’ acrononimo di Ente Nazionale di Previdenza e Assistenza per i Lavoratori dello Spettacolo, ed è nato con l’obiettivo di regolare i versamenti contributivi dei lavoratori dello spettacolo e dello sport.

Accorpamento Inpdap ed Enpals
L’accorpamento dei suddetti enti in uno solo denominato Super Inps, porterà un considerevole risparmio allo stato italiano. E’ infatti previsto un risparmio di almeno venti milioni di euro per l’anno 2012, mentre nel 2013 lo stato italiano dovrebbe risparmiare qualcosa come 50 milioni di euro. Somma che dovrebbe presentarsi raddoppiata nel 2014, quando il risparmio passerà a 100 milioni di euro.

La riforma degli enti previdenziali dovrebbe dunque portare una maggiore ottimizzazione delle risorse, e si suppone, una minore  pressione fiscale per i cittadini del belpaese.

Al momento però, queste sono solo delle previsioni, visto che non si sa ancora per certo se l’accorpamento finirà per portare dei benefici reali alle casse dello stato e al sistema previdenziale.

Quello che appare scontato, è che la scomparsa di Inpdap e Enpals, finirà per creare un pò di panico in molti dipendenti statali e lavoratori dello spettacolo, abituati ad avere i propri enti come punto di riferimento.

Ultime su SuperInps.it Pubblicazioni in rilievo su SuperInps.it

 

Prestiti inpdap inps per lavoratori dipendenti

I Prestiti agevolati Inps (ex Inpdap) sono prestiti personali erogati direttamente dall'Inps gestione ex Inpdap ma anche da banche o finanziarie convenzionate. Quando il prestito viene ... »

Pubblicato da admin in Prestazioni

Pensioni Inps: i tre sistemi di contribuzione

Quando si parla di pensione vengono subito in mente le tante riforme varate da ogni nuovo governi degli ultimi anni. A seguire si cercherà di fare ... »

Pubblicato da admin in Prestazioni

Sedi Inps Potenza e Basilicata

Con soltanto 6 sedi distribuite sulla piccola superficie della regione, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale è presente in Basilicata praticamente in tutti i comuni delle ... »

Pubblicato da admin in Sedi Super Inps

Sedi Inps Milano e Lombardia

Nella grande regione Lombardia, l’Istituto Nazionale di Previdenza Sociale è presente con quasi un centinaio di sedi dislocate su tutto il territorio. Soltanto ben 22 ... »

Pubblicato da admin in Sedi Super Inps